Intervista ad un amico: Marcelo Cesena

Introduzione

Rieccomi qui da voi, un altro anno è ormai giunto al termine e per farmi perdonare la prolungata assenza ho deciso finalmente di portarvi qualcosa a cui tengo molto. In questo articolo voglio dare voce a Marcelo Cesena, un grande musicista, una persona simpatica ma prima di tutto un amico, che con la sua musica è riuscito a trasmettermi vibrazioni positive e serenità.

Marcelo è un artista musicale con un’eccellente preparazione, è un pianista ed un compositore, principalmente di musica per pianoforte. Ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di 10 anni nel suo paese nativo ovvero il Brasile, precisamente a San Paolo.

Da questa passione è cominciato un lungo percorso accademico, inizialmente ha frequentato il conservatorio e l’università a San Paolo, specializzandosi in musica performativa, dopodichè ha proseguito il suo percorso negli Stati Uniti, all’università statale dell’Arizona a Phoenix. Negli ultimi anni ha visitato l’Italia più volte e dopo tanti viaggi attorno al mondo ha deciso di stabilirsi qui.

Ho fatto molte domande a Marcelo, soprattutto riguardo a cos’è la musica secondo lui ed ha preferito rispondere con un discorso abbastanza breve ma ricco di significato, cercherò di riassumerlo.

La musica: i suoni della vita

Marcelo afferma che la musica è un mezzo per osservare la vita e per raccontare quel che si è visto alle altre persone. Secondo lui è un modo di condividere la propria realtà, la propria verità con le sue sfumature, una verità quella di ognuno di noi che a volte trasmette tristezza ma anche gioia o speranza.

Il nostro cuore che batte da quando siamo nati fino al nostro ultimo giorno, la nostra caratteristica umana che ci rende emotivi, il nostro desiderio di pace, di essere noi stessi, di essere felici, di trovare un senso alla vita, la musica parla di tutto questo. La musica è la voce del nostro cuore, è il nostro grido, è ciò che ci rende umani.

Le opere dell’artista

  • Concordia: Il Concordia è un autentico piroscafo a vapore costruito nel 1926 in perfetto stilo Liberty che appartiene al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Un gioiello dell’ingegneria navale, incastonato nella suggestiva cornice del Lago di Como. A questa nave dalla linea raffinata, ho dedicato e su questa ho eseguito al pianoforte l’omonimo brano ” Concordia “.
  • Domus Dei et Ianua Coeli: suite musicale composta da 15 brani inspirati alla bellezza unica dei mosaici del Duomo di Monreale, in Sicilia. Questa basilica che dal 3 Gennaio 2015 detiene il titolo di Patrimonio dell’Umanità è stata scelta per la première mondiale di questo concerto multimedia per pianoforte. Il concerto è stato realizzato il 20 Dicembre del 2018 e ha riscosso grande successo di pubblico e media.
  • Armonie Giottesche: suite musicale composta da 14 brani inspirati agli affreschi di Giotto presenti nella Cappella degli Scrovegni a Padova, dove nel 2016 si è realizzata la première mondiale di questo concerto multimedia per pianoforte.

Per concludere questa presentazione volevo augurarvi buone feste ed un nuovo anno che si spera sarà più prosperoso. Volevo anche consigliarvi un brano di Marcelo, il brano si intitola ” Jesu, fili David, miserere mei! ” e spero che il messaggio di quest’opera accompagni ognuno di voi e doni semplicità a questo periodo di festa.

” Si pensa che la semplicità sia apprezzare le cose che hanno poco valore, in realtà è il sapere apprezzare le cose che non hanno prezzo “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: