Analisi del testo: ” Avvertenza sugli scrupoli della fantasia “

Premessa

Questo articolo è in sostanza un post scriptum dell’articolo ” Avvertenza sugli scrupoli della fantasia “, chi legge per la prima volta i contenuti di questo blog deve sapere che l’articolo precedente tratta un estratto dell’ultimo capitolo dell’opera, forse la più famosa di Luigi Pirandello, ovvero ” Il fu Mattia Pascal “. Ho deciso di suddividere l’argomentazione in due articoli, uno per il testo trascritto dal manoscritto, ed uno ( questo che leggerete ) per l’analisi del testo. Ho preso questa decisione per non appesantire il lettore dandogli la possibilità di leggere per svago senza doversi concentrare, ma anche per lasciare la possibilità di ragionare sul brano prima di leggerne l’analisi, in modo tale da creare un confronto tra le idee del lettore e le mie, stimolando così il processo di ragionamento sui contenuti. Ho lasciato insomma una libera scelta.

Il capitolo ” Avvertenza sugli scrupoli della fantasia ” non era presente nella prima edizione de ” Il fu Mattia Pascal “, bensì, fu aggiunto dal Pirandello in una delle ristampe del manoscritto successive alla prima pubblicazione, in risposta alle critiche che le opere subirono.

Spiegazione del capitolo: tesi dell’autore contrapposte a tesi dei critici del dramma novecentesco


L’intento dell’autore era di rispondere in maniera decisa ai giudizi negativi subiti dall’opera da parte di alcuni critici drammaturgici dell’epoca.


In sostanza tali critici sostenevano che ” Il fu Mattia Pascal ” cosiccome ” I sei personaggi in cerca d’autore ” fossero opere caratterizzate da ” inverosimiglianza “, ovvero fossero poco associabili a casi e situazioni della vita reale. Sostenevano inoltre la mancanza d’umanità nei personaggi presentati nelle opere: ” Il ragionamento appunto è apparso tante volte ai signori critici, non come un eccesso se mai, ma anzi come un difetto d’umanità in tanti miei non allegri personaggi “.


Ferma è la risposta del Pirandello: ” Le assurdità della vita non hanno bisogno di parer verosimili, perchè sono vere. All’opposto di quelle dell’arte che, per parer vere, hanno bisogno d’esser verosimili. E allora, verosimili, non sono più assurdità. Un caso della vita può essere assurdo; un’opera d’arte, se è opera d’arte, no. Ne segue che tacciare d’assurdità e d’inverosimiglianza, in nome della vita, un’opera d’arte è balordaggine. In nome dell’arte, sì; in nome della vita, no.

Pirandello provvede a controbattere con un’antitesi fondata su quello che è il principio cardine della sua poetica: la prospettiva. Tira in ballo perfino la zoologia, nel modo tragicomico tipico della sua narrativa, per veicolare il concetto della ” maschera “, ve ne riporto un frammento: “ è vero però che noi tutti, a nostra volta, possiamo rispondere allo zoologo che l’uomo ch’egli conosce non esiste, e che invece esistono gli uomini, di cui nessuno è uguale all’altro e che possono anche avere per disgrazia una gamba di legno o un occhio di vetro “. Conclude poi sbeffeggiando i critici, ovvero paragonandoli a zoologi, ed accusandoli di giudicare le opere non in base all’arte, bensì, in nome ” d’una umanità che sembra essi conoscano a perfezione “.


Concludo questo articolo riportandovi le ultime frasi altamente poetiche del capitolo, sperando di alleggerire la narrazione, per variare da quel tono altisonante che mi caratterizza: ” La fantasia si sarebbe fatta scrupolo, certamente, di passar sopra a un tal dato di fatto; e ora gode, ripensando alla taccia di inverosimiglianza che anche allora le fu data, di far conoscere di quali reali inverosimiglianze sia capace la vita, anche nei romanzi che, senza saperlo, essa copia dall’arte “.

RACCOMANDAZIONI: Ti piacciono gli articoli di questo blog? Se la risposta è affermativa vuol dire che ho raggiunto il mio obbiettivo, se te la senti puoi seguire il blog e lasciare la tua E-mail, così facendo potrai ricevere un avviso ogni volta che pubblicherò un articolo, con questa semplice azione mi aiuterai a crescere, mi sono prefisso l’obbiettivo di raggiungere i 250 iscritti. Quando ( insieme ), raggiungeremo tale traguardo, provvederò a rendere fruibile gratuitamente un manuale ( o meglio una serie di consigli ), in formato PDF in cui elenco e spiego alcuni concetti chiave che, secondo me, hanno favorito la mia crescita personale, il modo di assimilare competenze e la comprensione della vita, a presto!

AGGIORNAMENTI: Nei prossimi giorni non pubblicherò articoli, ne uscirà uno nel weekend, sarà un articolo diverso dai precedenti, ho il desiderio di non annoiarvi e quindi divagherò su un altro tema, ovvero, la musica. Se vi piace il mio metodo di narrazione e come si susseguono i contenuti, sono sicuro che il prossimo articolo potrà piacervi, a presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: